IL FUTURO DI POLIFEMO

Pubblicato in location

maggio 2016

Carissimi, vi comunichiamo che in attesa dei risultati del bando per l’assegnazione degli spazi qui alla Fabbrica del Vapore (al quale abbiamo partecipato) ci è stato concesso di rimanere nella nostra sede fino a quando una commissione deciderà chi saranno i nuovi assegnatari.

Dato che non sappiamo quando sarà presa questa decisione, ci troviamo nella spiacevole situazione di non poter programmare attività di rilievo a causa dell’incertezza sui tempi della nostra permanenza. Vi terremo aggiornati

###

gennaio 2016

Carissimi, vi aggiorniamo sulla nostra situazione qui a La Fabbrica del Vapore.

Abbiamo incontrato l’assessora Chiara Bisconti, la quale ci ha confermato sia l’intenzione del Comune di Milano di non rinnovare la concessione dello spazio sia la volontà di emanare un nuovo bando per l’assegnazione di tutti gli spazi della Fabbrica, concorso al quale potremo senz’altro partecipare.

A questo punto rimaniamo in attesa della formalizzazione di questo bando e della delibera che ci consentirà di stare qui fino allaproclamazione dei suoi vincitori.

La nostra intenzione infatti è quella di partecipare a tale concorso pubblico per avere la possibilità di rimanere nella nostra attuale sede. In questa fase chiederemo anche il vostro sostegno.

Fino a quando però non ci saranno atti formali in tal senso, dalla fine di febbraio sospenderemo la nostra attività culturale, non avendo niente in mano che ci garantisce di poter rimanere qui.

Spiace che l’apprezzamento per la nostra decennale attività venga freddamente delegato alla partecipazione ad un bando pubblico, ma pensiamo anche che una nuova progettualità su La Fabbrica del Vapore sia necessaria per migliorare e incrementare l’offerta di attività culturale.

Spiace anche che l’attenzione di questa amministrazione comunale per La Fabbrica del Vapore sia apparsa improvvisamente alla scadenza del suo mandato, dopo anni di assenza e indifferenza, ma tant’è.

Noi siamo certi della bontà della nostra attività: se vinceremo il bando continueremo ad operare qui nella nostra storica sede, altrimenti ci trasferiremo altrove, sicuri che Polifemo può agire comunque e ovunque.

###

novembre 2015

Cari amici
a fine febbraio 2016 scade la concessione in affitto dello spazio che il Comune di Milano ha stipulato con Polifemo (in sostanza termina il nostro contratto per la permanenza qui a La Fabbrica del Vapore) e l’amministrazione comunale non è intenzionata a rinnovarlo.

Le nuove linee politiche e programmatiche dell’Assessorato al Benessere, Qualità della vita, Sport e tempo libero, Risorse umane, Tutela degli animali, Verde, Servizi Generali prevedono l’emanazione di un nuovo bando per l’assegnazione in concessione (affitto) di tutti gli spazi disponibili a La Fabbrica del Vapore. Bando al quale potremmo e vorremmo partecipare per prolungare un’esperienza culturale che ha avuto successi e riscontri talmente positivi da far diventare Polifemo un punto di riferimento per la fotografia italiana. Purtroppo però alle iniziali intenzioni e dichiarazioni di assessori, dirigenti e funzionari non sono seguite azioni concrete.

Al momento non abbiamo notizie sul nuovo bando, né abbiamo più notizie dei nostri interlocutori istituzionali, i quali dopo riunioni e messaggi adesso non rispondono ad alcuna proposta o sollecitazione.

L’unica certezza che abbiamo è la scadenza della concessione e quindi, formalmente, la possibilità concreta di dover lasciare la nostra sede a fine febbraio.
Per questo non possiamo prendere impegni con chicchessia (autori, curatori, sponsor, associazioni e quant’altro) nell’organizzare eventi culturali dopo quella data.

Per noi di Polifemo questa situazione è un grave danno, un immobilismo che in questo periodo economicamente instabile è l’ultima cosa di cui avremmo bisogno: ci impedisce di accedere a risorse e opportunità che in passato abbiamo utilizzato per assicurare la gratuità delle nostre iniziative. Addirittura ci impedisce di stabilire se sia opportuno o meno individuare un’altra sede in altro luogo.

Nella speranza di avere notizie da parte dell’amministrazione comunale intanto vogliamo informare voi, il nostro pubblico di riferimento, e farvi un riassunto dei nostri 12 anni di attività all’interno de La Fabbrica del Vapore: lo potete scaricare cliccando qui, per chi vuole saperne di più su di noi.
Vi terremo aggiornati e siamo a vostra disposizione per qualsiasi altro chiarimento.

###




Polifemo | La Fabbrica del Vapore
via G. C. Procaccini 4 | 20154 Milano
02.36521349 | info@polifemo.org

POLIFEMO: 13 ANNI DI FOTOGRAFIA

Cliccando qui puoi scaricare un documento in pdf che riassume i nostri anni di attività culturale all'interno della Fabbrica del Vapore: eventi, collaborazioni, numeri.


POLIFEMO COSA

polifemo.org

Polifemo ha concluso la sua attività: è stata un'associazione culturale gestita da quattro professionisti della comunicazione visiva che hanno condiviso per tredici anni la loro esperienza, in un’ottica sia produttiva che culturale, operando nella fotografia commerciale, realizzando propri progetti artistici, organizzando eventi nell'ambito della fotografia di ricerca, portando avanti un lavoro di scouting e di proposta indipendente che ne hanno fatto una realtà unica nel panorama italiano.

POLIFEMO QUANDO

polifemo.org

Questo sito rimarrà come archivio delle iniziative organizzate da Polifemo dal 2008 al 2017

Cliccando qui trovate l'archivio delle iniziative dal 2003 al 2008

Grazie a tutti per la partecipazione

POLIFEMO CHI

LEONARDO BROGIONI - @leobrogioni
fotografo, giornalista, docente di fotogiornalismo, autore di web-doc e prodotti multimediali

MARCO PEA
progettista grafico, diplomato in fotografia, graphic designer, docente di grafica editoriale

ITALO PERNA - @italoferdinando
fotografo di still-life e architettura, direttore della fotografia, si occupa anche di post produzione

LUCA TAMBURINI - @lucatamburlini
fotografo di still life, fotografia pubblicitaria e docente di fotografia.